L'Istituto
Presentazione e storia
POF
Carta dei Servizi
Regolamento di Istituto
Servizi e attrezzature
Chi fa cosa
 Amministrazione
 Trasparente
 Progetti
Area di progetto
Welcome
Welcome back
Virgilio
Scuola 21
Certificazioni
 Scambi
Scambi con l'estero
Stages
 Contatti
Docenti
Dirigenza
Segreteria
 Utilità
Link utili
Meteo
 Accessibilità
Mappa sito
home
L'Istituto
I corsi
Progetti
Scambi
News
Contatti
Mappa
Libri di testo
Strada Provinciale per Novara n. 4
28068 Romentino (NO)
Tel. 0321/867323
oppure 0321/867340
Fax. 0321/860628
e-mail:
iispasca@fausernet.novara.it
itcpasca@fausernet.novara.it

IIS PASCAL
Istituto Istruzione Superiore
 Codice disciplinare
Norme codice disciplinare

 

PROGETTO LINGUE CRT
Bando Fondazione CRT 2002
Bando per il co-finanziamento di progetti finalizzati allo sviluppo
di sistemi informativi per l’organizzazione e la didattica
delle Scuole della regione Piemonte
Progetto dell’ITC Pascal di Romentino (NO)
CRT 2003 CRT 2004
I materiali del progetto possono essere richiesti direttamente alla scuola tramite mail

 

Titolo del progetto
“La scuola come laboratorio di apprendimento. Lingue straniere e nuove tecnologie”

Obiettivi e destinatari del progetto
Obiettivi
Obiettivo del progetto è la creazione da parte di due classi seconde del corso ERICA, sotto la supervisione ed il coordinamento di due docenti tutor, di una serie di ipertesti, condivisibili in rete, che sviluppano e approfondiscono le principali funzioni linguistiche utilizzate nella comunicazione quotidiana in inglese e in tedesco.

Il percorso che porta alla realizzazione finale del progetto prevede alcuni sotto-obiettivi impliciti, quali:

acquisizione di nuove competenze informatiche
conoscenza delle strutture della lingua straniera
uso esperto delle funzioni e degli esponenti linguistici presi in esame

Destinatari
I destinatari diretti sono, come già detto, gli studenti di due classi seconde, che continueranno poi il loro lavoro anche nella classe terza, utilizzando le lingue straniere come lingue veicolari per una parte dell’apprendimento della storia dell’arte. Per la classe terza è quindi previsto l’inserimento dell’insegnante tutor di storia dell’arte.

L’archivio di ipertesti da loro realizzato sarà messo in rete e condiviso da tutta la scuola, per cui destinatari indiretti del progetto saranno tutti gli altri studenti del biennio, della classe terza, dei Corsi di educazione agli adulti e dei Corsi brevi di alfabetizzazione per la lingua inglese.

In tal senso, quindi, il progetto è anche aperto al territorio, in quanto le strutture tecnologiche e l’archivio di ipertesti possono essere utilizzati anche dagli utenti dei corsi serali.

Correlazione con altri progetti, con il POF e con lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti
Correlazione con altri progetti
Il presente progetto concorre alla formazione di competenze informatiche e tecnologiche di rilievo che un corso di studi come quello che caratterizza il progetto ERICA (ed il progetto IGEA – destinatario indiretto) non può permettersi di trascurare.

Parallelamente, esso mira a valorizzare le risorse umane attualmente presenti nella scuola e a potenziare le risorse tecnologiche disponibili, con la creazione di un Centro Risorse ad accesso autonomo, per la cui realizzazione abbiamo partecipato al Concorso Regionale nr. 74 relativo alle nuove tecnologie.

Correlazione con il Piano dell’Offerta Formativa della scuola
Il piano dell’Offerta formativa della scuola prevede la lotta all’insuccesso scolastico e recupero con intervento tramite corsi, attività di sportello (Virgilio) e accesso autonomo al laboratorio multimediale. (Vedi punti 1.3 e 2.1)

Correlazione con lo Statuto delle Studentesse e degli Studenti
Il presente progetto si colloca in armonia con i principi esposti dallo Statuto degli Studenti, in particolare per quanto riguarda:

senso di responsabilità
autonomia individuale
capacità di lavorare in gruppo
fedeltà agli impegni
spirito di ricerca
formazione culturale e professionale adeguata all’evoluzione delle conoscenze
rispetto dei ritmi di apprendimento
rispetto delle inclinazioni personali
offerte diversificate

A questo proposito riportiamo dallo Statuto i punti qui di maggiore interesse:

Art. 1 – Vita della comunità scolastica, punto 3
La comunità scolastica, interagendo con la più ampia comunità civile e sociale di cui è parte, fonda il suo progetto e la sua azione educativa sulla qualità delle relazioni insegnante-studente, contribuisce allo sviluppo della personalità dei giovani, anche attraverso l’educazione alla consapevolezza e alla valorizzazione dell’identità di genere, del loro senso di responsabilità e della loro autonomia individuale e persegue il raggiungimento di obiettivi culturali e professionali adeguati all’evoluzione delle conoscenze e all’inserimento nella vita attiva.

Durata del progetto e scadenze da rispettare
In sintesi, il progetto per cui si chiede il co-finanziamento da parte della Fondazione CRT avrà la durata di 15 mesi effettivi di lavoro e coprirà un periodo di tempo compreso tra novembre 2002 e aprile 2004 (con l’interruzione estiva nei mesi di giugno, luglio ed agosto 2003). Esso è stato ripartito in quattro periodi o fasi, destinate tutte, tranne la prima, a ripetersi ciclicamente.

Il progetto vero e proprio, però, prevede ed auspica la possibilità di una continuazione secondo le modalità ed entro i termini riportati al capitolo successivo (5° periodo).

1° Periodo

Fase Zero del progetto (Formazione di base) Novembre-dicembre 2002
2° Periodo Fase Preparatoria Gennaio-febbraio 2003 *
3° Periodo
Fase di Implementazione-Realizzazione Marzo-aprile 2003 *
4° Periodo
Verifica funzionamento / efficacia dell’archivio in rete Maggio 2003 *
5° Periodo

Mantenimento ed ampliamento dell’archivio da
parte degli studenti

da settembre 2004 in poi

* Le stesse fasi nella stessa successione si ripeteranno da settembre 2003 ad aprile 2004 su nuovi ipertesti ed argomenti.
Descrizione dettagliata del contenuto delle attività e programma temporale
1° Periodo: Fase Zero del progetto (Formazione di base) a Novembre-dicembre 2002
Training degli studenti delle due classi seconde da parte del docente tutor per la parte informatica sui principali programmi necessari per la realizzazione del progetto.
Scelta comune delle strategie di lavoro e delle funzioni linguistiche da privilegiare (con il docente tutor per la lingua straniera, ovvero il docente di inglese per una classe, il docente di tedesco per l’altra)

2° Periodo: Fase Preparatoria à Gennaio-febbraio 2003 / settembre-novembre 2003
Gli studenti vengono divisi in piccoli gruppi (da tre a cinque studenti per gruppo). Ciascun gruppo sceglie una funzione linguistica su cui lavorare e progetta:

un’ipotesi di impianto grafico dell’ipertesto
tutti materiali scritti, iconici o audio che intende inserire nell’ipertesto

I gruppi saranno formati secondo le tecniche dell’apprendimento cooperativo e i compiti saranno suddivisi tenendo conto anche delle inclinazioni e delle attitudini dei singoli studenti.
Alla fine del periodo i gruppi con i docenti tutor procederanno ad una verifica del materiale prodotto.

3° Periodo: Fase di Implementazione-Realizzazione à Marzo-aprile 2003 / dicembre-febbraio 2004
Nel corso del terzo periodo i gruppi di lavoro implementeranno gli ipertesti progettati e creeranno un archivio condivisibile, che verrà messo in rete.
A titolo di esempio, i contenuti degli ipertesti potranno riguardare funzioni quali: presentare, invitare, proporre, chiedere e dare informazioni, parlare di abitudini quotidiane, ovvero le funzioni linguistiche contenute nel “Livello Soglia” della Commissione Europea e previste dal Quadro di Riferimento Europeo per le Lingue Straniere.

4° Periodo: Verifica funzionamento / efficacia dell’archivio in rete à Maggio 2003 /marzo-aprile 2004
In questa quarta fase del progetto si svolgerà la verifica di funzionamento dell’archivio nella rete, raccogliendo anche i commenti e le critiche dei visitatori. I primi utenti saranno gli studenti delle altre classi, che utilizzeranno i materiali multimediali per il recupero di conoscenze, competenze o motivazione.

In tale fase sono previste ore di lavoro per correzioni e piccole modifiche.

5° Periodo: Mantenimento ed ampliamento dell’archivio da parte degli studenti à da settembre 2004 in poi (fase facoltativa)

Questa quinta fase del progetto – che sarà del tutto facoltativo sviluppare – viene descritta per prospettare una eventuale prosecuzione dei lavori, ma non è soggetta a richiesta di finanziamento.

L’archivio terminato alla fase 4 potrà essere ampliato con l’inserimento di ipertesti relativi ad altre discipline, quali, per esempio, scienza della natura e della materia, italiano, storia, geografia economica.

Aspetti tecnologici
Nel primo periodo o fase Zero del progetto, si prevede di procedere alla formazione degli studenti rispetto alle principali tecnologie per lo sviluppo di ipertesti. Si ipotizza quindi di poter lavorare con i seguenti mezzi e programmi:

Principali strumenti informatici già in possesso della scuola:
i PC del laboratorio multimediale della scuola (parte dei quali si richiede l'aggiornamento poiché obsoleti con Concorso Regionale n. 74)
la postazione multimediale dotata di scanner, iomegazip, casse, CD Rom e schermo da 17 pollici, sulla quale attualmente sono installati i principali programmi di scrittura, grafica, impaginazione professionale (che includono la possibilità di salvataggio in formato html), browser, ecc. più un programma specifico per la composizione e strutturazione di ipertesti per pagine Web (Microsoft FrontPage 2000)

Materiale hardware e altri strumenti informatici richiesti con Concorso Regionale n. 74
(con incremento postazioni e creazione di una nuova aula multimediale poiché la scuola possiede un solo laboratorio multimediale attivo e collegato ad Internet)

È previsto inoltre l’uso dei PC in possesso degli studenti presso le loro case, quando le attività non necessitano della compresenza dell’intero gruppo.

Gruppo di lavoro e altre risorse
Spazi e attrezzature

Per quanto riguarda le attrezzature necessarie per la realizzazione del progetto si prevede di utilizzare al pieno delle potenzialità il Laboratorio Multimediale che da quattro anni è una realtà stabile e significativa all’interno della scuola. Si auspica inoltre di poter realizzare il Centro Risorse Multimediale, con le attrezzature indicate al capitolo precedente, per evitare di gravare sull’unico laboratorio che deve rimanere (ovviamente) aperto alle altre iniziative della scuola dentro e fuori le attività curricolari e ai numerosi corsi di formazione a servizio del territorio che già si realizzano.

Risorse umane
DSGA: Manuela Di Castri
Personale di segreteria: Maria Pia Casazzo

Personale tecnico interno alla scuola:
Elisabetta Borrini

Personale docente interno alla scuola
Prof. Angela Alagna, docente a tempo indeterminato di Trattamento Testi e responsabile del Laboratorio Multimediale
Prof. Franca Invernizzi, docente a tempo indeterminato di inglese e coordinatore del progetto
Prof. Gigliola Ferraro, docente a tempo indeterminato di tedesco
Prof. Susanna Borlandelli, docente a tempo indeterminato di storia dell’arte

Studenti
Il gruppo di lavoro coinvolto è di circa quaranta studenti di due classi seconde del corso ERICA, una classe lavorerà con la lingua inglese e l’altra classe con la lingua tedesca. In entrambe le classi, la maggior parte degli studenti si è dimostrata motivata all’uso di nuove tecnologie e possiede e usa regolarmente un PC a casa.

Si è scelto di avviare il lavoro con le classi seconde per i seguenti motivi:

possesso di prerequisiti minimi sull’uso di programmi di videoscrittura
possesso di competenze linguistiche da elementari a intermedie
presenza nel curricolo delle discipline coinvolte, per cui una parte del lavoro potrà essere anche inserita nella programmazione del consiglio di classe e delle singole discipline, evitando così un carico di lavoro extracurricolare eccessivo per gli studenti.

Procedure organizzative
Studenti
Come già specificato, la realizzazione del progetto sarà affidata a due classi seconde, ciascuna lavorerà su una lingua straniera diversa, sotto la supervisione ed il coordinamento di due docenti per classe.

Gli studenti lavoreranno in piccoli gruppi e le attività saranno svolte in parte all’interno delle ore curricolari, visto che i contenuti affrontati e gli obiettivi didattici da raggiungere coincidono con quelli previsti dalla programmazione per il biennio, in parte al pomeriggio durante il periodo di apertura della scuola. A ciascuno studente sarà affidato un compito relativo al progetto ed un compito “sociale” per il mantenimento ed il funzionamento del gruppo (p.es. archivista, cronometrista, facilitatore, segretario, ecc.), secondo le modalità dell’apprendimento cooperativo, una tecnica didattica innovativa che pone l’allievo al centro del processo di apprendimento e facilita l’imparare tra pari.

Il calcolo delle ore di impegno è stato fatto su base settimanale, tenendo conto solo delle ore extracurricolari necessarie. Tuttavia le ore di lavoro potranno essere distribuite nel corso del mese in modo differente e non uniforme, a seconda del tipo di attività in corso e nel rispetto delle altre iniziative della scuola a cui i ragazzi saranno comunque tenuti a partecipare.

Possibilità di allargamento ed esportabilità dell’esperienza
Come già fatto osservare, l’esperienza può essere allargata al resto della scuola, in quanto:
tutti gli studenti potranno utilizzare i materiali realizzati per il recupero o l’apprendimento, gli studenti interessati potranno partecipare ad un programma di formazione interna tenuto dai compagni esperti e potranno quindi imparare a creare materiali analoghi fatti su misura per le loro esigenze
le esperienze messe in rete potranno servire da stimolo a studenti di altre scuole per la realizzazione di progetti simili, legati alla specificità dei loro corsi di studi.


 Registro Elettronico