DONNA CON COLLANA DI PERLE

Tela dipinta intorno al 1664. Tecnica:olio su tela. Come il resto dei quadri di Vermeer, questo è un quadro misterioso ed enigmatico. Come il resto dei quadri del pittore di Delft, si tratta di un dipinto dall’aria misteriosa ed enigmatica. Anche se sono presenti altri elementi ricorrenti nell’opera del Vermmer, come per esempio la finestra, lo specchio e le tende, questo quadro è senza mappa. L’opera del pittore olandese sembra avere più a che fare con l’invisibile, con il meno evidente, con il silenzio piuttosto che con il rumore, dell’inatteso, dell’impercettibile. Ai nostri giorni, l’opera è conservata presso lo Staatliche Museen di Berlino.

DONNA COL LIUTO

Tela dipinta intorno al 1662. Tecnica: olio su tela. Nella piccola tela si vede un interno olandese magnificamente invaso da una luce soffice. La donna se ne sta seduta al tavolo con lo strumento musicale tra le mani; dietro di lei una grande carta geografica sembra già evocare un macrocosmo che va ben oltre l’orizzonte di quel microcosmo. In tutto questo universo millimetricamente tenuto sotto controllo dall’artista e tutto vibrante di una luce piena di silenzi, c’è un particolare che rompe tutti gli equilibri: ed è lo sguardo della suonatrice, che è sollevato dallo strumento ed è sorprendentemente attratto da qualcosa che noi possiamo solo immaginare. È grazie a questo particolare che Vermeer accende di una imprevista attesa tutta la sua tela. È la tensione calma di quello sguardo che determina e dà senso al resto del quadro.

DONNA CHE SCRIVE UNA LETTERA

Tela dipinta intorno al 1665. Tecnica:olio su tela. Ai nostri giorni, l’opera è conservata presso la National Gallery of Art di Washington.