Caranza

La famiglia fu una delle maggiori del paese e diede soprattutto giuristi e religiosi. Il genealogista settecentesco Carlo Garibaldi ricorda un'omonima importante famiglia spagnola di Siviglia, che traeva origine da don Aria Yañez de Caranza il quale, nel 1248, conquistò la città scacciando i Mori e vi fondò nel 1262 il convento di Sant'Agostino, di cui la famiglia aveva il giuspatronato.



Secondo la leggenda, la casata spagnola discenderebbe da un Caio Carancio cittadino romano e nel secolo XVI sarebbe stata alleata con quella genovese degli Interiano.

Non è possibile verificare le fondamenta storiche di questa notizia né la parentela con i Caranza varesini, ma è certamente suggestivo ipotizzare la diffusione della famiglia al di fuori del Dominio genovese.

TORNA INDIETRO