scegli una sezione
 

LA SCUOLA DEI NONNI

 

Nel 1923 il Ministro della Pubblica istruzione, il filosofo Giovanni Gentile, che aveva aderito al fascismo, fu autore di una riforma che, sia pure con qualche modificazione, avrebbe costituito l’ossatura della scuola italiana per tutto il Novecento. Essa prevedeva un forte accentramento, per sottoporre al controllo dello Stato tutti gli istituti: imponeva l’esame di stato alla fine degli studi superiori, privilegiava lo studio delle materie letterarie a scapito di quelle scientifiche.

 

Oltre alla scuola, il fascismo pretendeva di educare e formare la gioventù ai più autentici valori fascisti attraverso l’Opera Nazionale Balilla: cosi, i nostri nonni fin dall’infanzia. furono inquadrati in un’autentica organizzazione gerarchico-militare.

 

 

I MASCHI :dai 6 agli 8 anni erano denominati figli della lupa. Dagli 8 ai 14 anni erano balilla .Dai 14 ai 15 anni erano avanguardisti. Dai 19 anni in su erano giovani fascisti.

LE FEMMINE :fino agli 8 anni erano figlie della lupa .dagli 8 anni ai 14 anni erano piccole italiane.

Dai 15 ai 21 anni erano giovani italiane .Dai 22 in su furono giovani fasciste.

Bel 1937tutte le organizzazioni giovanili vennero unificate nella GIL ( Gioventù italiana del Littorio)

.

figura n. 1

tessera di appartenenza alla GIL- piccola italiana, appartenuta ad una nostra nonna

 

Figura n.2

QUESTA E’ UNA PAGELLA DI UNA RAGAZZA VISSUTA NEL 1939. OLTRE ALLE DISCRIMINAZIONI CONTRO GLI EBREI AFFERMATESI A PARTIRE DALL’1938, ERANO GIA PRESENTI NELLA SCUOLA DISCRIMINAZIONI CHE RIGUARDAVANO LE RAGAZZE: FA UN CERTO EFFETTO CONSTATARE, IN UNA PAGELLA DI QUEGLI ANNI, LA PRESENZA DI UNA MATERIA DAL TITOLO "LAVORI DONNESCHI"…

 

 

Figura n.3

Certificato su carta libera, del 1944, che attesta il conseguimento della licenza nella "Scuola di avviamento professionale", nella sessione autunnale del 1942

 

Figura 4

Questa è una carta annonaria del 1944

Documento storico relativo al razionamento del cibo

Scuola Media Statale "L. Amat" © 1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni