A scuola di sicurezza

La manifestazione dedicata alla sicurezza

 panoramica2.jpg (204264 byte)

Il 27 maggio 2002 la nostra scuola ha dedicato una giornata all’approfondimento delle tematiche sulla sicurezza, realizzando una sorta di gioco dell’oca che ha visto come protagonisti gli alunni di due classi prime e come compartecipi i genitori degli stessi e altre classi della scuola che hanno assistito al gioco.

04190018.jpg (204369 byte)

 

L’adesione all’iniziativa proposta dall’Inail e la realizzazione dell’attività su detta è stata motivata dalla valenza educativa che i temi sulla sicurezza hanno nella formazione civica degli alunni, obiettivo trasversale presente nelle finalità dell’offerta formativa del nostro Istituto.

 

05270040.jpg (93136 byte)

 

Il lavoro si è svolto in questo modo. Gli insegnanti di due classi prime hanno aderito all’iniziativa e hanno studiato quale fosse il modo più efficace per coinvolgere gli alunni e per ottenere sia che imparassero informazioni e comportamenti corretti riguardo alla sicurezza, sia che si divertissero e si facessero essi stessi veicolo di informazione e di sensibilizzazione nei confronti delle famiglie.

 

06050002.jpg (192632 byte)

Si è quindi proposto un gioco dell’oca il cui percorso fosse formato da caselle numerate, ognuna delle quali rappresentasse un aspetto dei vari problemi legati alla sicurezza.

Tutti gli alunni hanno acquisito informazioni attraverso opuscoli e lezioni impartite dagli insegnanti e poi ciascuno ha scelto un soggetto da rappresentare.

06050006.jpg (196671 byte)

 

 

Tali disegni sono stati elaborati o a mano libera o con il computer, servendosi del programma paint, poi sono stati selezionati, applicati a dei cartelloni colorati e numerati. Alcuni ragazzi hanno poi confezionato dei dadi.

 

06050007.jpg (192849 byte)

 

 

Per ogni casella numerata gli insegnanti hanno predisposto delle domande relative al tema con il quale il disegno aveva attinenza.

 

 

 

060500110.jpg (193953 byte)

 

 

Il gioco aveva queste regole: le due classi si mettevano in gara, ogni classe nominava un rappresentante che fungeva da pedina, uno che tirava il dado, uno da portavoce per le risposte ai quesiti.

L’alunno pedina poteva avanzare di tante caselle quante corrispondevano al numero sorteggiato solo se rispondeva in maniera appropriata alle domande, diversamente restava nella postazione iniziale.

05270041.jpg (196381 byte)

 

Nel percorso sono state inserite delle caselle con giochi di parole legate alla sicurezza, cruciverba, titoli di film da mimare, alcune caselle jolly di avanzamento senza domande e alcune di retrocessione; tutto ciò per animare maggiormente il gioco e renderlo più intrigante.

Vinceva la gara la classe che arrivava per prima alla fine del percorso

Alla fine del percorso tutte le domande che non erano state fatte, perché le caselle non erano state toccate, sono state riproposte in forma di domanda diretta a ciascuna squadra. La gara ha visto vincitrice del primo gioco una classe e vincitrice del secondo l’altra classe.05270036.jpg (202348 byte)

Alcuni alunni sono stati incaricati poi di fare un resoconto dell’attività in forma di articolo di giornale, articolo che poi è stato inserito nel giornale della scuola.

I ragazzi hanno preso sul serio e con entusiasmo questo gioco, si sono preparati, hanno sempre risposto correttamente alle domande, coinvolgendo talvolta i genitori presenti che potevano aiutare in caso di difficoltà. Per permettere a più alunni di assistere alla gara, l’attività si è svolta nella palestra e in questo modo un numero ampio di ragazzi è stato sensibilizzato ai temi della sicurezza.05270043.jpg (200208 byte)

 

Da un punto di vista didattico poi l’attività ha permesso un lavoro interdisciplinare, ha visto i ragazzi impegnati nel campo dell’espressività grafica, in quello dell’utilizzazione di strumenti informatici, nell’educazione civica, nell’elaborazione scritta di Italiano ed è stato un momento di socializzazione e di lavoro di gruppo.

05270034.jpg (204285 byte)

 

 

 

L’esperienza è stato nel complesso positiva, tanto che si potrebbe riproporre un altro anno arricchendo maggiormente il gioco e cercando di coinvolgere un numero sempre maggiore di ragazzi.

 

 

Tutta l'attività qui documenta è stata trasposta in forma adatta alla realizzazione di un CD.

Torna alla pagina precedente