scegli una sezione

Storia e geografia della Sardegna 3

Classi 1°M, 2°M (a.sc.2002/03)
 
3°D (a.sc.2003/04)

 

Cenni geografici

Momenti di storia

L'economia

L’agricoltura e l’allevamento

L’industria

L’artigianato, la pesca e il turismo

Rete stradale e ferrovie

Porti a aeroporti

Bibliografia

Cenni di economia.

L’agricoltura e l’allevamento.

L’agricoltura e le attività connesse attraversano una delicata fase di trasformazione con la diffusione di colture specializzate quali il granoturco, il progressivo miglioramento del patrimonio zootecnico, attraverso la selezione delle razze allevate. Tra i bovini sono sempre più diffuse la frisona italiana e la bruno alpina. La Sardegna occupa il primo posto tra le regioni italiane per l’allevamento degli ovini, con quasi quattro milioni di capi. I prodotti dell’allevamento (latte, formaggi, lana, carni) costituiscono una risorsa fondamentale e pur tuttavia sono espressione dell’arretratezza economica. Infatti la quasi totalità degli allevamenti ovini viene condotta con la pratica della transumanza, mentre l’utilizzazione del foraggio coltivato costituisce ancora una forma occasionale e integrativa.

Gran parte del latte ovino prodotto viene trasformato in formaggio del tipo pecorino romano, che in Sardegna vanta ormai una lunga tradizione industriale. Il nome di questo prodotto, tipicamente sardo, deriva dal fatto che sul finire del secolo scorso furono industriali di origine laziale ad impiantare nell’Isola i primi caseifici moderni. Oggi questo prodotto è molto apprezzato e viene esportato in molti Paesi, particolarmente negli Stati Uniti.

L’industria.

In Sardegna sono sorti impianti petrolchimici (Porto Torres e Sarroch), la cartiera di Arbatax, e poi industrie tessili, chimiche (Villacidro) e dell’alluminio (Portovesme).

Raffineria La SARAS a Sarroch  Fonderia di alluminio a Portovesme

La Sardegna possiede alcune tra le più grandi saline del mondo, situate soprattutto nell’area di Cagliari.

L’attività mineraria nel Sulcis-Iglesiente produceva carbone, piombo e zinco, oggi le vecchie miniere sono state dismesse ed è sorto un parco geominerario, all’interno del quale è sorta una Università.

 

L’artigianato, la pesca e il turismo.

L’artigianato vanta nell’Isola antiche tradizioni. Le imprese artigiane producono tappeti e tessuti da telaio, ceramiche artistiche, legno intagliato, oreficeria, cuoio, rame e ferro battuto. In questo settore operano numerose cooperative di giovani e donne. Di notevole importanza è l’industria del sughero, soprattutto in Gallura e ad Iglesias; localmente viene lavorato circa un quarto del prodotto ed il resto viene esportato.

Modesta è, invece, l’attività della pesca sia in mare aperto sia nelle lagune interne e così pure l’acquicoltura.

La Sardegna è diventata uno dei grandi centri del turismo estivo e la sua ricettività è in aumento. Quest’attività, che si è concentrata soprattutto sulle coste, pone dei problemi sulla tutela dell’integrità ambientale e si rischia di compromettere uno dei paesaggi più belli del Mediterraneo.

 

Rete stradale e ferrovie.

La rete viaria è oggi incentrata sulla superstrada Cagliari-Sassari e sulla Abbasanta- Nuoro-Siniscola. L’attuale sistema penalizza le zone interne e orientali dell’Isola, come la Barbagia, le Baronìe, l’Ogliastra, il Sarrabus e il Gerrei. Esse sono mal collegate tra loro e con i centri capoluogo, poiché le strade esistenti, pur asfaltate e ben tenute, ricalcano antichi percorsi montagnosi, ricchi di curve e tornanti, che rendono difficoltoso il trasporto di merci e persone.

La rete ferroviaria è stata modificata raddoppiando l’intera dorsale (Cagliari- Sassari- Golfo Aranci).

Porti a aeroporti.

Per le comunicazioni marittime tra la Sardegna e il Continente un posto di rilievo è occupato da Porto Torres e Olbia, ma è soprattutto Cagliari che registra un forte movimento, tuttora in espansione.

La Sardegna dispone di tre aeroporti (Cagliari-Elmas, Alghero-Fertilia, Olbia-Costa Smeralda) che nel complesso sono giudicati rispondenti alle esigenze dell’Isola.


Veduta del porto di Cagliari

 

 

Bibliografia

A.A.V.V. - Breve storia della Sardegna - ERI

Alberto Caocci - La Sardegna - Mursia

Francesco Floris - Breve storia della Sardegna dalle origini ai giorni nostri - Newton

Giampaolo Mura - Ada Sanna, Sardegna, la mia terra – Dattena

Marcella Vasconi – Atlante della Storia – Sardegna: l’orgoglio, la cultura, il mistero di un popolo – Demetra

Riviste:

Bell’Italia – Sardegna n° 29 – Giugno/Luglio 2000 – Mondadori

Dino Satta – Sardegna – Guida turistica – ed. R. Balsamo

Sardegna da vivere – ed. Demetra

Scuola Media Statale "L. Amat" © 1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni