scegli una sezione
 

image4.gif (13694 byte)

Ricerca della  1a i

prof.ssa Bruna Pitzolu

a. scol. 1999/2000

classe1i.jpg (26248 byte)

(trascrizioni a cura  della Redazione sito Internet)

 


vistalaterale2.jpg (18243 byte)

La chiesa appartenne ai monaci di San Vittore di Marsiglia ed dedicata a Santa Vittoria martirizzata nei monti di Sinnai.
La chiesa stata costruita nel XI-XII sec. , come appare in un documento 1149, in sostituzione della chiesa di S. Saturno quando questa non fu pi agibile. Lo stile della chiesa in origine era romanico a tre navate.

svittoria.jpg (24260 byte)
La chiesa, distrutta da un fulmine intorno al 1850, fu ricostruita dal vicario Meloni.
Ben poco rimasto dell'antico tempio, l'unico legame che unisce il passato al presente costituito dalle strutture del muro dell'abside e dai quattro lastroni in pietra che formano la mensola del nuovo altare.

altare.jpg (22411 byte)
Al centro dell’altare a muro vi il tabernacolo e ai lati la statua di Santa Vittoria, a sinistra di chi entra, e di Santa Agnese alla destra.
In occasione della festa che cade in una domenica di giugno, le due statue vengono portate in processione.
Durante "sa tundroxia", cos si chiama la sagra, si svolgono oltre che riti religiosi, rappresentazioni di lavori tradizionali: la tosatura delle pecore, la preparazione del formaggio, di dolci tradizionali e l’esecuzione dei tipici cestini di fieno e giunco, apprezzati in tutto il mondo. Non mancano le manifestazioni musicali e folcloristiche che costituiscono un momento aggregante per i giovani.

urna.jpg (28763 byte)
Sotto il ciborio, dal 1977, collocata una piccola urna contenente le reliquie della Santa rinvenute nella chiesa di Sant'Ignazio a Cagliari, in occasione di lavori di demolizione dell'antico altare maggiore per essere ricostruito al centro del presbiterio. Le reliquie erano conservate in un artistico sarcofago d'epoca romana.
Non si ha nessuna fonte storica che si riferisca a Santa Vittoria, le poche notizie sono trasmesse dal Bonfat oppure dalla tradizione locale.
Secondo la tradizione la Santa nata a Cagliari avrebbe subito il martirio per la fede cattolica a Sinnai, o sui monti di Sinnai, sotto l'imperatore Adriano.

madonnina.jpg (26733 byte)

 

 

 

 

 

 

Nella chiesetta si trova il cocchio con il quale un tempo la Santa veniva portata in processione il giorno della festa.
Oggi nel cocchio, che non viene pi utilizzato per l’antica funzione, stata collocata la statua di Santa Rosalia.

polittico.jpg (23523 byte)
Nella chiesa si trova un antico polittico di pittore sconosciuto rappresentante le immagini di San Giovanni e San Giacomo Apostolo, l'Addolorata, l'Annunziata, Santa Vittoria, la Vergine col Bambino e l'Arcangelo San Michele.
fre-sin.gif (1134 byte) vai alla home page fre-des.gif (1145 byte)
Scuola Media Statale "L. Amat" 1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni