scegli una sezione

PON Misura 3
Azione 3.1
"NON UNO DI MENO"

dis. A. Valente

Referente prof. Flavio Torelli

a. s. 2003/04

Il progetto, presentato nell’ambito della misura 3, azione 3.1 del Piano Operativo Nazionale, riguardante le azioni di prevenzione e recupero della dispersione scolastica, finanziato nel luglio 2003, è stato attivato nel corso del corrente anno scolastico.

Il progetto si pone l’obiettivo di combattere la dispersione con delle azioni variamente articolate che hanno visto coinvolti 45 ragazzi e 20 genitori per un totale di 240 ore complessive.

Il progetto è stato suddiviso in quattro moduli così articolati:

 Modulo Ambientale

Ref. prof.sse  D. Guidetti, A.M. Murgia

Il modulo, articolato su tematiche ambientali, in senso generale, ha previsto la realizzazione di una serie di attività che hanno portato gli/le allievi/e ad una maggiore conoscenza sia dell’ambiente in genere, sia del rapporto “ambiente naturale”/”ambiente modificato” ed a una conoscenza dell’evoluzione storica di tale rapporto nella propria realtà di riferimento.

Attraverso mappe catastali e con l’utilizzo di tutti i documenti accessibili, nonché con interviste si è studiata l’evoluzione storica dell’utilizzo del territorio e dei mestieri tradizionali.

Si sono riconosciuti ed esplorati i vari ecosistemi presenti nel territorio rappresentando il tutto in mappe tematiche. Lo studio botanico, in senso stretto, ha riguardato le piante officinali presenti nel Parco dei Sette Fratelli. Sono stati raccolti ed essiccati esemplari, prodotte schede che hanno riportato sia le informazioni generali (classificazione, luogo di raccolta, habitat, riproduzione fotografia), sia le proprietà officinali.

Il modulo avrà la funzione di essere l’asse unificante del progetto nel suo complesso.

 

Modulo tecnologico

Ref. prof.  A. Pes

Il modulo, incentrato sull’utilizzo consapevole delle nuove tecnologie, ha previsto l’utilizzo di diversi media in una piattaforma comune.

I ragazzi hanno avuto il compito “istituzionale” di realizzare un prodotto multimediale che ha documentato le varie fasi ed i vari prodotti del progetto, nel suo complesso.

Gli/le allievi/e sono stati indotti a confrontarsi ed ad utilizzare diverse tipologie di comunicazione tipiche della multimedialità.

Sono stati manipolati testi scritti (di produzione propria e non), fotografie, filmati, suoni, in forma digitale.

Modulo Espressivo

Referenti prof.ssa A. Meloni, prof.  G.M. Vargiu

Il modulo, incentrato sulla comunicazione e sulla interrelazione ai diversi livelli (io-io; io-altri) ha previsto una serie di esperienze ed attività che hanno consentito agli/alle alunni/e di approfondire la conoscenza di sé, delle proprie emozioni e dei propri sentimenti.

I partecipanti hanno sperimenteranno direttamente i rapporti e le relazioni dei diversi linguaggi attraverso la percezione di suoni (naturali e non), voci, rumori, immagini ed hanno espresso, attraverso l’utilizzo di varie tecniche, le proprie emozioni.

Oltre ad esperienze di modellazione plastica (laboratorio di ceramica) e di produzione grafica (laboratorio di disegno), i ragazzi hanno sperimentato l’utilizzo di mezzi di produzione di immagini digitali (fotocamera e videocamera).

 Modulo genitori

Referenti prof.sse  D. Cannas, C. Ciancilla

Il modulo ha previsto un'azione di accompagnamento per i genitori (30 ore) mirata al raggiungimento di una maggiore positività delle modalità di comunicazione adulto/preadolescente. La tematica portante ha riguardato, in generale, la preadolescenza (intesa come periodo critico di crescita dell’individuo e sulle problematiche connesse) ed, in particolare, le tematiche e gli aspetti specifici dell’educazione, intesa come progetto/percorso integrato di più soggetti (famiglia – scuola – società sportive – territorio etc.) cui è delegato il compito di fungere da supporto culturale e sociale verso i/le ragazzi/e, nonché sulle problematiche connesse alla oggettiva difficoltà di relazione adulto/preadolescente. Sono stati  affrontati i temi della responsabilità educativa, dell'educazione alle emozioni, della comunicazione efficace, della difficoltà dell'apprendimento, dei rischi connessi con un inefficace percorso educativo (svantaggio, emarginazione culturale, devianza).

Parallelamente i genitori si sono confrontati con le attività ed i contenuti proposti agli allievi nei tre moduli avendo avuto la possibilità di vivere le stesse esperienze e le stesse difficoltà dei loro figli.

fre-des.gif (1145 byte)Vai alla presentazione realizzatafre-des.gif (1145 byte)

Scuola Media Statale "L. Amat" © 1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni