logo scuola scegli una sezione

Pagine in limba

ASCUTAI  UNU  CONTU

prof. Ilario Delussu

contus3.jpg (24979 byte)

 

(trascrizioni a cura  della Redazione sito Internet,  foto © G. Cogoni)

i racconti che seguono, scritti nella variante campidanese della lingua sarda, sono il frutto di una serie di attività di educazione linguistica portate avanti durante l’anno scolastico 1999/2000 insieme alle persone iscritte al "corso di Educazione Degli Adulti" delle scuole medie di Sinnai e Maracalagonis. Le attività sono state programmate e realizzate con la collaborazione degli insegnanti di italiano professoressa Carla Migoni e   professor Giorgio Cogoni nell’ambito di un percorso didattico di tipo contrastivo che, attraverso il confronto e l’assunzione di prospettive linguistiche differenti, ha dato agli studenti l’opportunità di conoscere e comprendere meglio i due codici da loro posseduti e utilizzati con modalità e funzioni diverse.

contus1.jpg (24546 byte)

Abbiamo rilevato attraverso dei questionari che il sardo è parlato prevalentemente nell’ambito familiare e nelle discussioni che si svolgono con i propri amici o coetanei, mentre l’italiano è utilizzato soprattutto in contesti istituzionali o per comunicare con persone di diversa estrazione socioculturale. Quasi tutti gli iscritti al corso EDA hanno riferito di riuscire ad esprimere meglio ciò che pensano in sardo piuttosto che in italiano. Questa è stata sicuramente la motivazione principale che ci ha spinti a intraprendere un’attività di questo genere. Riteniamo, infatti, che la scarsa o inesistente considerazione nei confronti delle persone che vivono la loro esperienza sociale e interiore in una condizione di bilinguismo, soprattutto di quelle persone che comunicano e si relazionano agli altri utilizzando prevalentemente la lingua sarda, costituisca un grave errore pedagogico di vecchia memoria, di cui le scuole sarde non si sono ancora liberate. Ancora oggi esiste l’opinione diffusa a livello di senso comune, secondo cui la condizione di bilinguismo costituisce uno svantaggio in quanto la conoscenza e lo studio del sardo potrebbe ostacolare e interferire negativamente sull’apprendimento della lingua italiana o togliere tempo prezioso ad altre discipline.

Contrariamente a quest’opinione crediamo che il possesso della competenza comunicativa in lingue diverse rappresenti indubbiamente un vantaggio che deve essere opportunamente sfruttato soprattutto in ambito scolastico, in quanto consente, attraverso il confronto delle strutture linguistiche e delle traduzioni, di sviluppare maggiormente la capacità interpretativa dei testi scritti e di portare alla luce una sensibilità ermeneutica estendibile anche ad altri ambiti culturali e umani.

Indice dei testi

Scuola Media Statale "L. Amat" (c)1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni