GiornAmat

mo il masso che faceva da porta vedemmo che era tappezzata di quadri e fotografie. Poi vedemmo anche che c'era una botola e ci entrammo, dentro c'era qualcosa che luccicava sotto un telo. Sollevammo il telo e rimanemmo a bocca aperta. Sotto il telo c'era un tesoro in monete d'oro, gioielli e denaro. Cosė ci fornimmo di buste e di borse e mettemmo tutto dentro, poi tornammo nell'albergo. I miei genitori appena videro il tesoro scoppiarono in lacrime. Una parte del tesoro la usammo per pagare il viaggio di ritorno a casa e l'altra parte la stiamo spendendo ancora oggi.

Disegno di Mauro Orrų 2^ g

12