35

GiornAmat

IL DIADEMA FATATO

di Veronica Mascia 2° L


Tanto tempo fa nell'Universo, esistevano due regni: il regno della Luna e il regno del Sole. A capo di questi regni c'erano la Regina Luna e il Re Sole.

I due regni andavano d'amore e d'accordo tanto che i due sovrani decisero di sposarsi. Dopo che il Re e la Regina divennero marito e moglie decisero di unire i due regni dando loro il nome della loro primogenita, Terra.

Quando nacque la loro prima figlia, la Luna e il Sole diedero un banchetto nella loro reggia e invitarono tutti i loro fratelli e sorelle.

La Luna chiamò sua sorella Venere e i suoi fratelli Marte, Giove e Mercurio; il Sole invitò invece i suoi fratelli Saturno, Nettuno, Urano e Plutone.

La festa era spettacolare e la bella bimba troneggiava, dolcemente assopita, nella sua culla adornata di stelle. Alla fine della cerimonia gli otto zii della bambina porsero il loro dono al Sole a alla Luna. Era un bellissimo diadema che chiesero che potesse essere indossato da Terra il giorno del suo diciottesimo compleanno.

Ma il diadema nascondeva un segreto. I fratelli del Sole, sotto consiglio di quest'ultimo, avevano maledetto la loro parte di diadema in modo che quando Terra l'avesse indossata si rivoltasse contro la madre, Luna, permettendo al Sole di accaparrarsi la parte di regno della Luna. Ma la Luna, sua sorella e i suoi fratelli erano venuti a conoscenza del piano del Re e nella loro parte di diadema avevano messo un controincantesimo. Quando Terra avesse indossato il diadema e la maledizione fosse entrata in atto, un controincantesimo avrebbe provocato effetti diversi da quelli voluti dal sole.

Terra cominciò a crescere. Da prima divenne una bimba dolcissima adorata e voluta bene da tutti, poi divenne una ragazzina vispa e allegra che trasmetteva il suo buonumore ovunque andasse e infine crebbe e divenne una ragazza bellissima, buona, generosa apprezzata e stimata da tutti. Giunse quindi il giorno del suo compleanno, il suo diciottesimo compleanno.

Per festeggiare quell'avvenimento si organizzò un banchetto grandissimo. Arrivarono invitati dagli angoli più sperduti del tempo e tutti regalavano qualche

Indice   Indice sezione

ody>