24

Shark Attack

Di Angelo Atzeri e Marco Marrocu 2° B



Nel 1983 uno scienziato sardo, di nome Putzu, modificò geneticamente uno squalo che in seguito ad un errore di un addetto alla sicurezza scappò.

Di recente fatti tragici colpiscono le coste la Florida; uno squalo, pare modificato geneticamente  date le dimensioni,  ha fatto più di 35 vittime nel corso di una settimana. Una biologa marina molto curiosa di nome Montisci sta facendo delle indagini per capire che tipo di squalo stia compiendo queste stragi.

In seguito alla morte del marinaio Walter, scomparso in mare in seguito all'aggressione di uno squalo, l'avvocato Caddeu ha bloccato le indagini della dottoressa Montisci, ma questa non demorde e con l'aiuto del giudice Atzei può continuare le sue indagini e per questo porta un campione di squalo dal dottor Marrocu che in seguito ad un accurato esame del D.N.A. comunica che lo squalo è stato modificato geneticamente.

La biologa vuole sapere chi ha compiuto questo atto e perciò si infiltra nei dati del F.B.I. e scopre che l'unico squalo modificato geneticamente in libertà è stato modificato dallo scienziato Putzu nel 1983; in seguito a questa scoperta la ricercatrice fa arrestare l'uomo che viene rinchiuso nel carcere inespugnabile di Buon Cammino.

In seguito ad una crisi finananziaria la biologa oramai è costretta a terminare le indagini, ancora una volta riesce a cavarsela grazie ad una donazione di 5000000 di EURO, grazie a ciò la biologa continua imperterrita le sue indagini e  compra uno yacht dall'imprenditor Gallozza; la barca viene dotata di computer dal perito informatico Aledda e dal programmatore di computer Simoni.

La biologa non può continuare le sue indagini da sola e perciò reclu

Indice   Indice sezione