GiornAmat

La vita di tutti cambiata

di Katia Puddu e Veronica Argiolas


Subito dopo l'attentato dell'11 settembre hanno ricostruito le testimonianze delle persone che sono state coinvolte in prima persona in quel terribile avvenimento. Ne riportiamo qualcuna.
Una hostess a bordo dell'aereo American Airlines che si schiantato contro il World Trade Center avrebbe fatto poco prima della sciagura una telefonata agghiacciante al responsabile della compagnia all'ereoporto di Boston: "Stanno accoltellando le mie colleghe davanti ai miei  occhi".
Una giornalista della Cnn Barbara Olson, che si trovava nell'aereo che stato fatto precipitare sopra un'ala del Pentagono, prima dello schianto del jet riuscita con il suo cellulare a comunicare queste parole:
"I dirottatori hanno taglierini e pugnali".
Ted Olson, marito della vittima, poco dopo aver ricevuto la telefonata ha avvertito il dipartimento di giustizia dove non si era ancora avuta notizia del dirottamento, ma  si sentito solo rispondere "INDAGHEREMO".
Sull'aereo dirottato a San francisco e precipitato in Pennsylvania, un uomo  chiama la moglie e le dice:
"Ci stanno dirottando, hanno delle bombeti voglio bene. Passami la mamma"a questo punto la telefonata si interrotta.
Durante la giornata sono pervenute testimonianze di persone che si trovavano nei dintorni del Trade World Center:
" Ho visto persone gettarsi nel vuoto mentre l'edificio prendeva fuoco".
E ancora:
"Ho sentito la torre che esplodeva e c'era l'inferno".
Un uomo che uscito dalla torretta ha detto:
"Appena ho sentito il boato ci siamo precipitati tutti fuori. Un minuto dopo che ho lasciato il primo edificio crollato il secondo".

Io e Veronica, sentendo e leggendo queste parole, abbiamo pensato di essere l, era come se fossimo in quel momento nella torre e la vita era cambiata.

Indice