scegli una sezione

pag. 7

giornAMAT

marzo   2000

Un frammento nello spazio

di Cinzia Corvetto

Oggi la tecnologia Ŕ avanzata e si pu˛ prevedere con certezza se e quando cadrÓ un meteorite sulla terra; potrebbe distruggere tutto, non lascerebbe in vita nessun essere vivente. Tutto cesserebbe di esistere e della terra rimarrebbero soltanto dei piccoli frammenti che non darebbero vita ad alcuna pianta o essere umano, perchŔ su di essi non crescerebbe mai niente, non sarebbero mai trovati, perchŔ essi si disperderebbero nello spazio e per noi , quando avvenisse ci˛, sarebbe la fine.

Nessuno pensava che questo sarebbe mai accaduto, ma un giorno George, uno scienziato che lavorava in una stazione astronomica per conoscere lo spazio, scoprý che da lý a poco tempo, proprio a fine millennio, la terra sarebbe stata distrutta da un meteorite che sarebbe arrivato da una zona dello spazio a noi sconosciuta.

Inizialmente credeva che questo fatto fosse solo frutto della sua immaginazione, ma, studiando sempre pi¨ approfonditamente la materia, si accorse che una strana cosa fatta di materia solida a noi ignota si avvicinava sulla terra e che dopo pochi giorni sarebbe diventato un pericolo mortale.

Img_p7_03_00.gif (55003 byte)

Preoccupato cominci˛ ad avvertire tutti, ma nessuno lo ascoltava a tal punto che i suoi colleghi lo fecero ricoverare in ospedale, perchŔ credevano che la scienza lo avesse fatto diventare matto.

Alla fine del millennio per˛ la terra venne distrutta da un meteorite e su un piccolo frammento c’era scritto George, come se l’universo non avesse voluto scordare quel tentativo di salvare il genere umano.

 

vai alla pagina precedente vai alla home page vai alla pagina successiva
Scuola Media Statale "L. Amat" (c)1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni