logo scuola scegli una sezione

pag. 18

giornAMAT

marzo    2000

wpe1.jpg (23304 byte)Patto con il diavolo

di Alice Cappai 2° M

Nei pressi di Bristol era situata nel centro di un piccolo borgo una grande abbazia che era il centro della vita religiosa del paese. La costruzione si presentava molto antica e al suo interno ospitava un piccolo gruppo di monaci. Io P. Benjamin ero diventato da poco la loro guida spirituale; ero corrotto e malvagio, il mio nome incuteva terrore alla povera gente che lo sentiva nominare. Ero talmente corrotto che per guadagnare ricchezze e potere arrivai addirittura a stipulare un patto con il diavolo, violando la sacralità dell’abbazia. Una notte stavo di fronte al caminetto della mia cella a leggere il breviario, quando dalle fiamme che parevano come prendere forma, apparve davanti a me la figura più bella che avessi mai visto. Non sapevo se fosse un demone o un angelo.Img_p23a_03_00.gif (8271 byte)

Il mio respiro si fece affannoso e gocce di sudore mi imperlarono la fronte. Ben presto capii che non si trattava di un angelo vi era infatti un forte odore di zolfo nella stanza. Capii anche che mi stava leggendo nel pensiero e che conosceva persino le mie ambizioni più sfrenate. Mi propose di diventare l’abate della più grande abazia, i cui beni e ricchezze erano smisurate. Il prezzo da pagare allora non mi sembrò alto: all’apice della mia carriera e dopo aver goduto dei vantaggi lui sarebbe venuto a prendermi e la mia anima sarebbe sarebbe stata sua per sempre e scomparve dalla mia vista .
Negli anni che seguirono una serie di eventi fortunati mi portarono al successo e tutti i miei desideri furono esauditi: avevo l’abazia più grande, ero ricco e potente. Poi durante una delle mie solite passeggiate incontrai un bellissimo giovane che componeva poesie.

Img_p23b_03_00.gif (17629 byte)

Mi sentii attratto da lui, dalla sua innocenza e dall’immediatezza dei suoi versi. Gli chiesi di compormi un piccolo verso per allietarmi la giornata e lui disse: " La vita viene da Dio e da Dio ritornerà". Mi colpì molto e per il resto della giornata non pensai ad altro. Il giorno dopo lo incontrai e mi indusse ad osservare la perfezione della natura e dopo tanti altri incontri non resistetti e gli dissi ciò che avevo fatto, ma lui mi sorrise e mi disse:" Non ti preoccupare il mio Dio ha già vinto il diavolo e anche questa volta succederà lo stesso.Tu, solo dicendomi questo, lo hai già vinto, vieni con me! "
Mi tese la mano , ma, proprio in quel momento riapparve la bella figura che avevo visto già visto uscire dalle fiamme. L’angelo mi prese la mano e il diavolo prese le sue vere sembianze e dimenandosi scomparve in una nuvola di fumo. Da quel momento la mia vita si protese verso Dio e diventai eremita. Ciò mi aiutò a comprendere la grandezza divina.

Img_p23c_03_00.gif (19736 byte)

vai alla pagina precedente vai alla home page vai alla pagina successiva
Scuola Media Statale "L. Amat" (c)1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni