di Yuri Laconi

 

Credo di aver trovato ciò che cercavo, spero che questa bella avventura duri ancora per tanto tempo.

 

 

È stato lo zapping a permettermi di conoscere uno sport fino a quel momento a me sconosciuto. Circa tre anni fa, giocherellavo con il telecomando, mi sono soffermato a guardare dei giocatori in un campo verde. Pensavo fosse calcio, invece ho visto che c’erano dei pali a forma di “H”. Inizialmente non capivo che sport fosse, però grazie al commentatore sono riuscito a capire che si trattava di rugby. Al termine della partita, sono andato subito da un mio amico che sapevo praticava questo sport e gli ho chiesto tutte le informazioni possibili.

Il mercoledì successivo ero già in campo. Il primo allenamento fu molto pesante; presi una passata di “colpi” e delle “squartarate a terra” che ricorderò per molto tempo.

Tutto mi spingeva a mollare. L’allenatore, vedendomi sconfortato mi incoraggiava rassicurandomi che, se avessi tenuto duro, avrei potuto raggiungere con tranquillità buoni livelli. Lo ascoltai. Così più giocavo, più mi divertivo.

Sono passati tre anni e devo dire di non essermi pentito. Credo di aver trovato ciò che cercavo, spero che questa bella avventura duri ancora per tanto tempo.

Io e lo sport