Calcio e film

Il miglior film d’ogni tempo sul calcio è probabilmente

“Fuga per la Vittoria”

regia di John Huston, Stati Uniti d’America, 1981.

La pellicola è stata votata al primo posto dai frequentatori della UCI, la maggior catena britannica di sale cinematografiche.

Il film è ambientato in un campo di concentramento tedesco, situato in Francia. Parla di un maggiore nazista, Von Sydow, e di un suo prigioniero, l’ ufficiale inglese Caine. Benché i due  siano molto diversi, in comune hanno la passione per il calcio.

Questa è la sua trama: l’ufficiale nazista organizza una partita di calcio tra inglesi e tedeschi.I prigionieri inglesi vincendo potranno scappare e riconquistare la libertà.

Tutto il film è molto bello, particolarmente emozionanti le scene della partita finale, in cui si possono ammirare azioni di giocatori veri nel ruolo di attori, come il grande Pelè e Bobby Moore, Ardiles, Deyna.

Al secondo posto, tra i film che parlano di calcio, si è classificato

“Sognando Beckham”

Regia di Gurinder Chadha, Gran Bretagna , 2002.

Interpreti:Parmider Nagra, Keira Knightiey, Jonathan Rhys-Meyers

 Questo film  è ambientato in gran Bretagna; parla di una ragazza diciottenne di nome Jesse alla quale piaceva tanto giocare ad uno sport prevalentemente maschile, il calcio. Aveva un sogno : diventare una brava calciatrice.

Il suo idolo calcistico era Beckham, che ammirava tanto e lo riteneva come un modello sportivo da seguire; ma le tradizioni indiane cui è legata la sua famiglia di origine le creano molti ostacoli. Grazie all’amicizia con una ragazza inglese, Jules, entrerà a far parte di una squadra di calcio femminile, e insieme condivideranno il sogno che hanno in comune: formare una vera squadra.

Jess deve lottare contro i pregiudizi della sua famiglia e contro quelli razziali della società inglese, che la considera diversa perché indiana.

Anche il padre di Jess ai suoi tempi aveva dovuto riporre nel cassetto i suoi sogni a causa dei pregiudizi razziali. Vedendo la determinazione della figlia, e ricordando le sue sconfitte, alla fine sarà proprio lui a incoraggiare Jess a non sprecare la propria vita e a combattere per ciò che vuole.

Il film è molto bello e divertente poiché parla , in modo spassoso e ironico, dei problemi reali e talvolta drammatici.

Ne consigliamo la visione, poiché la risata è garantita .

 

Susanna,Claudia e Michela P.