scegli una sezione

Laboratorio classe 2aF

Fare poesia:
versi in libertà
2009-10

prof.ssa Simonetta Pau 

L’autunno

Autunno

Le foglie cadono e Arrivano le piogge

aumenta il freddo

e il giorno si accorcia

 cambiano i colori

ci vestiamo sempre più pesanti

ma dopo tutto questo è l’autunno

e aspettiamo con Ansia la primavera

 

Laura Floris

Autunno che vieni

Autunno che vai

Tu con le foglie

Gialle rosse colorate

Ti fai vedere

Con i tuoi bei frutti

L’autunno è arrivato

con le foglie rosse e gialle

e con i suoi buoni frutti

Si sente nell’aria

l’odore della pioggia che cade

Il calore del camino acceso

e il profumo delle castagne colte e appena cotte

 

Maria Aresti

Quando la terra comincia a dormire

Sotto una coperta di foglie leggere,

quando gli uccelli non cantano niente

quando di  ombrelli fiorisce la gente,

quando si sente tossire qualcuno,

quando un bambino diventa un alunno:

ecco l’autunno

 

Renato Tronci

L’autunno è arrivato

Ha colorato di prugna e di giallo le foglie

che leggere si disperdono nel bosco

Nei parchi gli animali danno il benvenuto alla nuova stagione

ma la gente cammina con nel cuore la solitudine

Il ricordo di una estate ormai passata

e dei colori accesi del mare

Nelle vetrine dei negozi

 i manichini hanno già i cappotti

 e gli alberi cantano il loro dispiacere

quando si spogliano delle loro foglie

 dai camini delle case

si spande il profumo della legna e delle castagne

e nel cielo si possono sentire i gridi delle rondini che migrano verso il caldo.

 

Manuela Pilleri

Autunno

porti sulle ceste dei chioschi

i colori caldi del melograno del riccio delle castagne

e delle arance

Porti il fuoco nelle case ed un manto di ombrelli aperti

Il profumo della pioggia e la giornata si accorcia

( nel corto giorno l’aria profuma di pioggia)

Sotto gli spogli alberi le aiuole giacciono

 sotto un manto variegato di colori

Ed il sottobosco profuma di funghi

 

Davide Pilleri

Passeggio In Un Viale

Guardo Gli Alberi Ormai Spenti

Mi Immagino Un Modo Per Riuscire A Salvare

 Questi Poveri E Semplici Alberi Di Foglie Cadute

Senza Risultato

 Non C’è Neanche Per Il Mio Cuore Ritrovare L’ambita Felicità

Guardo Di Sfuggita  Il Mio Giardino

E Incomincia A Piovere

 Come Se Le Nuvole Fossero Tristi Come Me.

Il Cielo Si Spegne

E Sento Un Odore Di Terra Bagnata 

Senza Saperlo

Incomincio A Mangiare Noci

Il Loro Sapore, Il Loro Profumo

Mi Tolgono La Tristezza Dal Cuore

Il Cuore Si Riempie Del Calore Delle Candele Accese

 Del Fuoco Del Camino.

L’autunno Mi Mette Tristezza E

Penso Come Faccia Ogni Essere Vivente

 A Sopravvivere In Questa Agonizzante Stagione

 

Giuseppe Pinna

Autunno, Che Porti L’aria Fresca

 Porti Castagne E Frutti Secchi

Cresce L’uva

E Si Vendemmia

Autunno Che Porti Odori

Che Non Si Sentivano Da Un Anno

Ora Mi Sembra Di Rinascere

Oh! Autunno, Autunno! Quanto Sei Lazzarone.!!

Tempo Che Cambi Tra Il Sole Ed Il Cielo Cupo; 

Odore Di Terra Bagnata ,Di Asparagi E Di Funghi

 

Carlo Orrù

 

 Vai all'indice del laboratorio

 
 
Scuola Media Statale "L. Amat" © 1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni