a. scol. 1999/2000

prof.ssa Teresa Zanda, prof. Italo Siddu
coordinamento tecnico prof. Giorgio Cogoni

classe 3° H


(trascrizioni a cura  della Redazione sito Internet, foto G. Cogoni,  I. Siddu)

L'idea iniziale è stata quella di affidare ai ragazzi degli argomenti di studio diversificati, in modo da evitare la lunga litania di: rivoluzioni industriali, prime guerre mondiali, vari fascismi e droghe che notoriamente costituiscono, per vari motivi, i temi preferiti dai ragazzi da presentare all’esame di licenza.lav_gioioso1.jpg (60757 byte)

 

Gli argomenti dovevano esser scelti in modo da costituire i nodi di una sorta di rete di conoscenza diversificata che all’esame sarebbe stata saggiata dalla commissione per verificare il livello di competenza raggiunta da ogni studente nel corso del triennio nelle diverse discipline.

 

 

Si erano quindi fatti individuare, dai ragazzi, una serie di argomenti che sono stati il punto di partenza di percorsi pluridisciplinari che hanno coinvolto per il loro approntamento tutti i docenti della classe.

Ogni ragazzo ha così realizzato una sua mappa personale (cfr. l'esempio qui sotto) che aveva un nocciolo centrale collegato a diversi argomenti, scelti in modo tale da consentire l’approccio multidisciplinare.

schemainq.gif (15001 byte)

Collegando fra di loro i singoli percorsi si sarebbe ottenuta una sorta di estesa mappa ipertestuale che testimoniasse l’itinerario educativo di tutta la classe.

Lo studente sarebbe dovuto essere in grado di percorrere le linee principali di questa mappa dimostrando così di dominare le dovute connessioni.

Un modo per realizzare questo progetto poteva essere quello della "tesina" su carta; si voleva però tentare di utilizzare nuovi media, nuove metodiche comunicative ipertestuali ed ipermediali che potessero meglio suscitare l’interesse ed il coinvolgimento dei ragazzi.mauro floris.jpg (60516 byte)

Gli strumenti che per questo compito avevamo a disposizione, grazie alle competenze informatiche dei sottoscritti, potevano essere il "classico" e duttile linguaggio HTML (hypertext markup language) opportunamente mediato da semplici editor nella fase di implementazione o il più diretto Microsoft Power Point che avrebbe ugualmente consentito l’uso di richiami ipertestuali ed ancor più di elementi multimediali.

 

 

Segue alla pag. successiva >>>>

fre-sin.gif (1134 byte)

vai alla home page

fre-des.gif (1145 byte)
Scuola Media Statale "L. Amat" © 1998 Sinnai (CA)
web-apprentice: G. Cogoni