Volpe

Nome scientifico: vulpes vulpes

Ordine: canidi

Descrizione : Ha dimensioni medie, testa non grande, muso allungato e appuntito, occhi obliqui, dentatura forte con grandi canini. Il tronco è sottile e molto snello, sorretto da zampe brevi e robuste. Ha una coda slanciata con pelo lungo e denso. Le parti superiori del corpo sono di un colore tendente al rosso fulvo-marrone giallastro, i lati hanno sfumature più tendenti al grigio, il labbro superiore é bianco, le orecchie sono di colore marrone con la parte esterna bruno scura ed anche nera, le estremità degli arti sono quasi nere, le parti inferiori del corpo sono di colore chiaro, in genere biancastro, coda fulva con estremità biancastra. Le variazioni razziali, individuali e stagionali sono notevoli. La sua lunghezza, esclusa la coda è di 55-80 cm; l'altezza alla spalla è di 35-40 cm; la lunghezza della coda varia dai 30 ai 45 cm. Il suo peso medio si aggira intorno ai 7-8 Kg .

Habitat: La volpe è presente negli ambienti più estremi e diversi: dai deserti alle praterie, ai boschi, alle regioni fredde fino a quote anche superiori ai 3.000 m di altitudine. Presente talvolta anche in zone suburbane ed in ambienti antropizzati, preferisce però boschi, macchie, cespuglieti con sassaie, anfratti e rocce che offrono maggiori possibilità di rifugio. Dopo anni di assenza, proveniente dall'est Europeo, attraverso il Trentino e il Veneto, è tornata a colonizzare boschi e golene della pianura Padana. La volpe è un animale territoriale di conseguenza, ogni animale occupa un areale con confini ben definiti e segnalati dall'animale stesso. L'ampiezza del territorio è direttamente influenzata dalla disponibilità di cibo.

Note caratteristiche/curiosità: Si possono verificare dei casi di cannibalismo molto feroci dove la mantide affamata non esita a cibarsi di un suo simile. La mantide può produrre secondo la specie da 30 a 300 mantidi. Il corpo della mantide è costituito da due tipi di ali: un paio sono sclerificate, ed un paio sono membranose. Il suo apparato boccale è di tipo masticatore, le sue antenne sono corte, ed i suoi segmenti tarsali sono cinque.