pipistrello

Nome scientifico: pipistrellus pipistrellus

Ordine: chirottero

Descrizione : Lungo poco più di 6 cm (piccola coda compresa) con però un'apertura alare di 21 cm; ha una folta pelliccia di colore bruniccio sul dorso, grigia sul ventre; le orecchie sono piccole, con la pelle spessa. Nel pipisterllo la mano si è sviluppata fino a diventare l'armatura della membrana alare (il patagio), sottilissima e quasi del tutto priva di peli; per mantenerla elastica viene lubrificata con il secreto di alcune ghiandole situate tra le narici e gli occhi. Vola velocissimo, in un modo che può sembrare disordinato; in realtà ogni movimento è governato da un complesso sistema di ultrasuoni, originati dalla laringe, i cui rimandi segnalano al pipistrello non solo la presenza del cibo ma anche una mappa precisa dell'ambiente in cui si muove.

Habitat: È diffuso ovunque anche sui tetti delle case di città; si muove solo di notte, sterminando grandi quantità di insetti (mosche, zanzare, farfalle notturne). Sverna, in colonie fittissime, entro alberi cavi o sotto i tetti.

Note caratteristiche/curiosità: In maggio-giugno le femmine gravide si cercano dei nascondigli appendendosi vicinissime le une alle altre; l'unico piccolo nasce già munito di patagio, e dopo due-tre mesi è già autonomo.