Geografia degli stati anglofoni



ASPETTI FISICI
La Gran Bretagna è la più grande isola d'Europa (218000 Kmq) ed è circondata da numerose isole più piccole raccolte in arcipelaghi (Ebridi, Orcadi, Shetland). Le coste delle isole britanniche sono frastagliate ed abbondano di baie e di porti.
Le montagne della Gran Bretagna non sono molto alte e formano dei grandi massicci isolati. Nella parte centrale dell'Inghilterra si eleva una catena di colline basse e larghe, i Pennini. La Scozia è il regno delle Highlands sulle quali abbondano ricchi pascoli in Scozia inoltre si trova il Ben Nevis che, con i suoi 1343 m di altezza, è la cima più alta della Gran Bretagna.
Le pianure sono piuttosto scarse in Gran Bretagna.
Nella parte centrale del paese si trova il c.d. Paese Nero, cioè la zona industriale con il bacino carbonifero.
Data la forma stretta dell'isola, i fiumi non hanno un corso molto lungo, tanto più che i monti dai quali essi nascono sono disposti lungo le coste.
Le foci dei fiumi inglesi sono tutte ad estuario perché aprendosi la via attraverso le strette valli e sfociando fra insenature rocciose, le acque non possono allargarsi a delta lungo le coste. I fiumi principali scorrono nella regione meridionale: il Severn ed il Tamigi un fiume importante è il Clyde che bagna la città industriale di Glasgow sulla costa occidentale sfocia il Mersey, sul cui estuario si trova Liverpool, secondo porto britannico dopo Londra.
I laghi più numerosi sono in Scozia, essi sono vicini l'uno all'altro e sono congiunti da brevi canali artificiali in modo da formare un unico corso navigabile, il Canale Caledoniano.


ASPETTI POLITICI

La bandiera della Gran Bretagna, la Union Jack, simboleggia l'unità dei diversi territori che costituiscono il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord. Essa è realmente tre bandiere in una: la croce rossa di St.George, patrono dell'Inghliterra, la croce di St.Andrew, patrono della Scozia, bianca su fondo blu, la croce rossa di St.Patrick patrono dell'Irlanda.
La Gran Bretagna è una monarchia parlamentare basata su un forte regime democratico. La regina Elisabetta II è il capo rappresentativo dello Stato, ma il potere legislativo è in mano al Parlamento. Il Parlamento inglese è diviso in due Camere: nella House of Commons ci sono i membri eletti dal popolo, nella House of Lords ci sono membri di origine aristocratica, che tuttavia hanno meno potere dei parlamentari eletti.
Quasi tutti gli abitanti della Gran Bretagna vivono nelle città, fortissimi sono i fenomeni dell'inurbamento e dell'industrializzazione. Tutte le maggiori città inglesi, ad eccezione di Edimburgh, sono città industriali, sorte attorno a zone minerarie oppure in zone adatte all'allevamento del bestiame, formando a volte conurbazioni, cioè complessi di città industriali.

LONDRA
Londra, la capitale dell'Inghilterra, è una delle più grandi città del mondo con i suoi sobborghi essa ha una superficie di oltre 1700 chilometri quadrati e conta più di otto milioni di abitanti.
La City, il centro di Londra, occupa una superficie di soli 2,70 kmq, ma in questo spazio relativamente piccolo sono concentrate le più importanti banche mondiali, le Borse dell'oro e delle pietre preziose ed in essa lavorano quotidianamente circa quattrocentomila impiegati.
Il porto di Londra si affaccia sul grande fiume che attraversa la città: il Tamigi. Questo fiume, dopo il Tower Bridge, si allarga in un ampio estuario, lungo circa 75 km.
Una meraviglia di Londra sono i suoi grandi parchi. Il più famoso è l'Hyde Park ma, anche se più piccoli, altrettanto calmi e verdi sono il Regent Park e il St.James Park, quest'ultimo nelle vicinanze di Buckingham Palace. Altri edifici importanti sono la House of Parliament, alla quale appartiene il famoso Big Ben, i numerosi musei fra i quali spicca il British Museum, La Cattedrale di St.Paul nella quale si sono svolte le nozze di Carlo e Diana, l'Abbazia di Westminster, nella quale sono sepolti i più importanti personaggi della storia inglese.

ASPETTI ECONOMICI
Lo sviluppo del commercio estero ed interno ha fatto della Gran Bretagna una della nazioni più ricche e più potenti del mondo.
La produzione agricola sfrutta tutto il terreno disponibile
ed usa tecnologie all'avanguardia per la coltivazione di cereali, legumi ed alberi da frutta.
Molto sviluppato è l'allevamento del bestiame, soprattutto di animali di qualità pregiata, quali i cavalli da corsa e le pecore da lana.
Notevole è la pesca svolta soprattutto nel Mare del Nord e la correlata industria di trasformazione e conservazione del pesce.
La Gran Bretagna è, dopo gli U.S.A. uno dei più ricchi centri carboniferi, il sottosuolo è inoltre ricco di ferro e di stagno.
Quasi tutto il carbone estratto viene usato per la fiorente industria inglese, ciò dimostra l'enorme sviluppo industriale di questo paese: a Glasgow ci sono le industrie meccaniche, nelle regioni di Liverpool e Manchester sorgono i piùgrandi e moderni cotonifici del mondo, la Gran Bretagna è inoltre una potentissima produttrice di automobili.
Tutto quanto viene prodotto dalla Gran Bretagna copre abbondantemente il fabbisogno interno e viene inoltre esportato in tutto il mondo.

Scopri un altro stato...


Lively Kidz Project Homepage
Squared&LinedTeacher's HomeE-mail

Concept and design: © Claudia Valentini 1998.
Institution: Direzione Didattica G. Galilei Paganica (AQ) Italy.
Maps courtesy Graphicmaps.
Content created in the 1993-1994 School Year