Corso di preparazione al 1° Concorso per Dirigenti Scolastici

Per una qualificata dirigenza scolastica

Requisiti e procedure di ammissione al Corso-concorso ordinario per dirigenti scolastici


Le norme generali di ammissione e le modalità di svolgimento del corso-concorso sono contenute nell'art.29 del D.l.vo 165/01

Requisiti di ammissione

Sono ammessi i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Laurea o titolo equiparato;
  2. Servizio:
    • almeno sette anni di servizio di ruolo effettivamente prestato con il possesso della laurea o titolo equiparato nei 3 settori formativi di:
        1) scuola primaria e secondaria di primo grado,
        2) scuola secondaria superiore,
        3) istituti educativi.
    • Il servizio di sette anni può essere stato prestato anche in settori formativi diversi. In tal caso l'ammissione è consentita per il settore formativo in cui il candidato ha prestato più anni di servizio di ruolo.
    • Qualora sia stato prestato lo stesso numero di anni in più settori formativi, il settore di ammissione al corso concorso, è quello in cui si presta servizio al momento della domanda.
    • Qualora si abbiano sette anni di servizio in più settori formativi, la scelta del settore di partecipazione al concorso è di competenza del candidato

Sede di svolgimento

Tutta la procedura concorsuale, comprese le fasi di formazione, si svolge a livello regionale.

La definizione delle prove di esame, a norma dell'art. 11 del D.P.R. n. 487/1994 e successive modificazioni, è di competenza delle commissioni esaminatrici regionali.

Le 4 fasi della procedura concorsuale

Il corso-concorso si articola nelle seguenti fasi:

1) Selezione per titoli:

Questa fase costituisce una preselezione per la partecipazione al concorso, ed è effettuata sulla base di titoli culturali, di servizio e professionali, indicati nell'apposita tabella allegata al bando.
E' ammesso alle prove concorsuali un numero di candidati corrispondente a cinque volte il numero dei posti messi a concorso.

2) Concorso di ammissione al corso di formazione

Il concorso che dà accesso al corso di formazione si articola in due prove scritte e in una prova orale.

•  Le 2 prove scritte:

  • sono uniche per i tre settori formativi,
  • si svolgono in 2 distinte giornate.
  • La prima prova consiste nella stesura di un saggio a carattere culturale.
    La seconda prova consiste nella predisposizione di un progetto a carattere professionale.
    La valutazione di ciascuna prova è espressa in trentesimi.
    Sono ammessi alla prova orale i candidati che riportano un punteggio di almeno 21/30 in ciascuna prova scritta.

•  Le 2 parti della prova orale:

  • La prima parte consiste in un colloquio di gruppo, alla presenza della commissione, consistente nella discussione tra i candidati (al massimo 6), su un tema proposto dalla commissione medesima.
  • La seconda parte consiste in un colloquio individuale nel quale sono discussi e analizzati due quesiti estratti a sorte dal candidato.
  • La valutazione della prova orale, comprensiva del colloquio di gruppo e di quello individuale è espressa in trentesimi, con un unico voto. Superano la prova orale coloro che riportano un punteggio di almeno 21/30.

•  Le graduatorie di ammissione al corso di formazione:

  • Sono formulate graduatorie per l'ammissione al corso di formazione per ciascun settore formativo redatte sulla base della somma della media dei voti riportati nelle prove scritte e del voto riportato nella prova orale.
  • E' ammesso al periodo di formazione un numero di candidati corrispondente al 10% in più dei posti messi a concorso, inclusi sulla base dell'ordine della graduatoria.

3) Il corso di formazione .

•  Il corso di formazione è curato dagli Uffici scolastici regionali con la collaborazione dell'I.N.D.I.R.E. e degli I.R.R.E., e si svolge presso una o più sedi stabilite dagli Uffici scolastici regionali.

•  Il periodo di formazione dura nove mesi , per un totale di 160 ore di lezione frontale e 80 ore di tirocinio

• I contenuti dell'attività di formazione sono indicati nell'allegato al bando

• L'attività formativa si articola in 2 tipologie di moduli di formazione:

  • una comune per tutti i settori formativi,
  • una specifica per ciascun settore formativo.

4) Esame finale

Al termine del periodo di formazione i candidati devono superare un esame che si articola in una prova scritta e in una prova orale

•  la prova scritta verte sulle tematiche trattate nel corso formazione e si intende superata se si consegue un punteggio non inferiore a 21/30;

•  la prova orale, alla quale sono ammessi i candidati che hanno superato la prova scritta, completa il giudizio sulla preparazione professionale dei candidati ed è espressa in trentesimi con un unico voto. Essa consiste in:

•  illustrazione e discussione del progetto conclusivo del periodo di tirocinio.

•  discussione di tre quesiti riferiti ai contenuti e alle esperienze dei moduli di formazione sia comune che specifica, relativi a:

  1. gestione dell'organizzazione scolastica;
  2. analisi del contesto esterno alla scuola;
  3. progettazione formativa;
  4. temi di natura giuridica e finanziaria,

•  accertamento della conoscenza della lingua inglese , con prevalente riferimento alla pratica informatica,

•  accertamento della competenza nell'uso delle tecnologie informatiche , da realizzarsi anche mediante una verifica applicativa,

•  accertamento della conoscenza delle problematiche e delle potenzialità organizzative connesse all'uso degli strumenti informatici .

•  Superano la prova orale i candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 21/30.

•  A conclusione del corso-concorso sono compilate graduatorie per ciascun settore formativo -

  1. scuola primaria e secondaria di primo grado,
  2. scuola secondaria di secondo grado,
  3. istituti educativi.

•  La posizione in graduatoria è determinata dalla somma dei voti riportati nella prova scritta e in quella orale

 

Torna ad inizio pagina